Dottorato in “Culture d’Europa. Ambienti, spazi, storie, arti, idee”

Il Dottorato in “Culture d’Europa. Ambienti, spazi, storie, arti, idee” si pone come obiettivo specifico la formazione di esperti negli ambiti di ricerca degli studi filosofici, storici e dei beni culturali considerati nella dimensione spaziale e nell’orizzonte storico-culturale della civiltà europea. Tali esperti dovranno possedere ampie competenze metodologiche e interdisciplinari che li mettano in grado di raggiungere, attraverso le varie attività formative, una completa maturità e autonomia nel lavoro di ricerca e di apportare nuovi e innovativi contributi alle aree di interesse del Dipartimento. Le competenze acquisite nel corso degli studi dottorali metteranno in grado i dottori di ricerca di ricoprire mansioni di alta qualificazione sia nell’ambito della ricerca presso università, enti pubblici e soggetti privati sia nell’ambito della comunicazione, dell’editoria, della direzione e gestione di musei, biblioteche, archivi e centri studi. Considerata la ricchezza dei settori disciplinari rappresentati, il dottorato in Culture d’Europa vuole coltivare, accanto a una solida formazione alla ricerca nelle diverse discipline e a un’indispensabile acquisizione di competenze specialistiche, una costante attenzione all’adozione di metodologie e pratiche interdisciplinari considerate ugualmente imprescindibili.

Tale finalità generale si articola in più specifiche finalità dei tre curricola:

  • Discipline filosofiche
    Saranno oggetto di studio le radici antiche, medievali e moderne del pensiero filosofico europeo, con articolazioni sull’asse logico-linguistico, etico-pratico-educativo, tecnico-scientifico ed estetico; nonché le idee politiche e i contributi delle diverse religioni d’Europa quali elementi costitutivi del patrimonio comune cui attingono le diverse identità europee.
  • Scienze dei beni culturali
    Saranno oggetto di studio lo spazio geografico-ambientale europeo e il  patrimonio culturale con esso associato nelle molteplici forme assunte dalla  produzione archeologica, artistica, musicale, dello spettacolo e documentaria.
  • Studi storici
    In prospettiva comparatista saranno oggetto di studio la formazione delle identità europee a partire dalla civiltà greco-romana fino alla contemporaneità. Particolare attenzione sarà riservata al rapporto storico e storiografico con il mondo germanofono; alla costruzione della tradizione e della memoria storica; all’evoluzione delle strutture amministrative e di governo dei territori europei.

Lingua ufficiale del Corso: italiano.

Durata: 3 anni

 

Per informazioni sulla Scuola di dottorato consulta il sito dedicato »»