RA’S AL-KHABBA (OMAN)

Join Hadd Project: la missione archeologica in Oman. KHABBA 1 – un villaggio di pescatori raccoglitori del V millennio*

Il sito di KHB1 si trova a meno di un chilometro dall’omonimo capo (Ra’s al Khabba) nella regione dell’Oman denominata Jalan. E’ situato su un rilievo adiacente alla scogliera, un terrazzo d’erosione marina posto a circa 35 metri sul livello del mare, che separa il mare dalla paleolaguna interna.

Il deposito pluristratificato messo in luce è riferibile a una comunità di pescatori-raccoglitori, che praticava, in modo marginale, anche l’allevamento. Il deposito, scandito in cinque fasi di frequentazione, è formato da sabbia grossolana completamente sciolta di origine eolica, rimaneggiata per azione antropica. Le strutture insediative messe in luce sono costituite da ripari-capanna a cupola con pianta circolare o semicircolare e focolare centrale. I manufatti rinvenuti testimoniano una fervida attività di pesca praticata sia con le reti (molti sono i pesi da rete di differenti fogge), sia con la lenza, come testimoniano gli ami in Pinctada Margaritifera. I recipienti erano ricavati da grandi conchiglie o da materiale vegetale, essendo del tutto sconosciuta l’industria fittile. Gli strumenti litici sono spesso ricavati da grandi lame e costituiti da raschiatoi, grattatoi, grandi coltelli a dorso e lame ritoccate. Sono presenti anche i becchi (perforatori). È testimoniata anche la lavorazione di perline e pendagli su pietra e conchiglia. L’industria su osso vede punte, aghi forati e punte di freccia in dente di squalo forato. L’insediamento aveva carattere semistabile e doveva essere frequentato durante i mesi invernali da comunità nomadi che sfruttavano le risorse marine, particolarmente abbondanti durante quel periodo, e quelle della laguna interna.

(*) testo di Fabio Cavulli. Responsabile della missione Maurizio Tosi.

Stratigrafia »»

La missione archeologica italiana in Oman »»

Problemi stratigrafici relativi allo scavo di sedimenti sciolti in ambiente arido »»

L’insediamento di KHB-1: lo scavo, i resti strutturali e i confronti etnografici »»

Fig. 1immagine1_1